Benvenuto

Benvenuta! Benvenuto! Mi chiamo Giuseppe ed è un piacere per me accoglierti in questo sito che ricomprende le foto che ho scattato durante i miei viaggi. Sono nato nel Salento, la parte più orientale d’Italia, una terra di ammaliante bellezza e caratterizzata da luci, colori e atmosfere straordinari. Per ragioni di studio mi sono poi trasferito a vivere a Parma, un’altra zona d’Italia dove la qualità della vita si presenta molto elevata. Gallipolino d’origine ed emiliano d’adozione, spostandomi di continuo tra le due località e trascorrendo in esse periodi più o meno lunghi a seconda delle mie personali esigenze ho la fortuna di poter godere di due stili di vita completamente diversi ma che offrono entrambi spunti e stimoli per una esistenza attiva e piena di interessi pur con ampi margini da dedicare anche al relax e alla riflessione.
Ho cominciato a viaggiare molto giovane e in più di vent’anni di viaggi e peregrinazioni sono riuscito a visitare tutte le aree geografiche del pianeta. Non sono stato in tutti i paesi del mondo ma ho visto tante delle bellezze dei cinque continenti, anche le più distanti e remote. Viaggi con gli amici, avventure in solitaria, la collaborazione con la Croce Rossa, la mia vocazione al nomadismo... tutti questi fattori, combinati fra loro, mi hanno sospinto dalle Alpi all’Himalaya, da Capo Nord alle banchise d’Antartide. Sono stato accolto nei villaggi più sperduti del Pacifico, ho incontrato i talebani (i più moderati però...), ho visto (visto, non scalato) tutte le vette più alte del pianeta e mi sono immerso in quelli che sono considerati i siti subacquei più straordinari. Sono stato truffato dai tassisti, talvolta non ho voluto sapere quel che mi è stato offerto nel piatto, ho sperimentato la frustrazione che induce alla tentazione di non viaggiare più e l’estasi di inventare sempre una nuova meta; ho acquisito nuovi amici, incontrato persone sgradite, sono rimasto senza parole davanti ai siti archeologici più rilevanti del mondo e avvistato specie animali che solitamente si possono ammirare solo nei documentari. Mi sono addormentato nel silenzio- e nel freddo- del deserto e mi sono risvegliato al frastuono delle scimmie urlatrici.
E ho deciso di scrivere di molte di queste mie straordinarie esperienze. Attraverso le immagini.
“Fotografia” vuol dire “scrivere con la luce”. Ed io, utilizzando la luce di albe e tramonti (ma anche il sole di mezzogiorno e il buio notturno) di tutto il mondo sono qui a introdurvi a un’ampia selezione dei miei scatti per raccontarvi dei miei incontri, delle mie emozioni, delle mie avventure. Nel presentarvi i miei scatti ho scelto una suddivisione che prescinde dai vari luoghi geografici. Io non conto i paesi visitati ma ricordo le esperienze vissute. Le mie foto raccontano di persone, di ghiacciai, di monumenti, di creature a prescindere dallo specifico luogo in cui si trovano. Preparatevi dunque ad una rassegna che vi farà viaggiare tra volti,
città, specie animali e luoghi distanti tra loro migliaia di chilometri e totalmente differenti per clima, cultura, religione, caratteristiche.
Le foto che state per visionare sono state scattate a partire dagli albori della fotografia digitale, un’epoca in cui la nuova tecnologia scontava ovviamente l’assenza di esperienze precedenti. Le prime macchine fotografiche digitali erano caratterizzate da sensori scadenti, risoluzione mediocre, opzioni di scatto limitate. Un arnese del genere in mano a un fotografo inesperto e che scatta sempre in modalità AUTO e senza cognizione alcuna delle più elementari tecniche di fotografia non può generare scatti memorabili... Ma poi il tempo passa, il fotografo acquisisce più esperienza e si compra un apparecchio fotografico adeguato e le cose, fortunatamente, cambiano. Quel che voglio dire è che le foto che ho scattato tanti anni fa risultano meno definite, poco accurate, frutto più dell’istinto e dell’improvvisazione che di uno studio della luce e della composizione dell’immagine. Tuttavia ho voluto ugualmente includere nella selezione le foto che ho scattato all’inizio della mia carriera fotografica, testimoni anch’esse come tutte le altre della mia evoluzione come fotografo e delle mie conquiste di viaggiatore.
Vi auguro una buona visione.